Bed & Bed Milano
_MG_9444_MG_9411
17/11/2016, 14:30

bocconi milano, hotel vicino bocconi, offerta studenti milano, univerist milano, bed& breakfast vicino bocconi milano



-Università-Bocconi-


 Offerta per studenti Università Bocconi




Scopri l’offerta speciale del nostro B&B dedicata agli studenti dell’Università Bocconi. 

Inserisci il codice  Coupon  n° 157138 riceverai l’offerta a te riservata .




PRENOTA ORA 





10/11/2016, 12:44

cronaca milano, news, milano, bed&breakfast, hotel,



Milano
Milano


 News a Milano tutto ciò che succede .






____________________________________________

Ieri  il Bar Basso è chiuso per lutto. Niente piatti, niente vini, niente aperitivi. E niente Negroni sbagliati. Poco più in là, in San Giovanni in Laterano, si celebra il funerale di Mirko Stocchetto, l’uomo che di un cocktail nato per caso ha saputo fare una leggenda mondiale, e che se n’è andato a ottantasei anni.Andrebbe scritta, prima o poi, la storia dei bar di Milano, quelli importanti: e il Basso vi avrebbe un posto importante. Non fighetto come il Donini, non baciato come Gattullo dall’epopea di Jannacci e Beppe Viola: ma forse proprio per questo più autentico nel suo rispettare la missione di un cocktail bar, essere una bitta metropolitana, un punto d’approdo per il maschio urbano quando la noia o l’allegria gli danno il bisogno di un po’ di alcool come si deve.

Mirko Stocchetto era arrivato a Milano con il figlioletto Maurizio in braghe corte. Era la metà degli anni Sessanta, il punto più luminoso del dopoguerra, la resurrezione dalla guerra ormai rombante, fermenti di ogni genere, e ancora da venire la stagione della violenza. Venivano da Cortina d’Ampezzo, e con sé Stocchetto senior portava già una idea precisa di bar, maturata confrontandosi con la clientela internazionale e soprattutto americana, negli anni all’Harry’s bar di Venezia, e che riconosceva alla magia del cocktail una centralità assoluta. Il primo bar fu a Porta Vigentina, poi rilevò da Giuseppe Basso il locale che portava il suo nome, all’angolo tra via Plinio e via Eustachi. E lì, un giorno del 1968, dall’errore di un barista - si dice - nacque il Negroni sbagliato: prosecco al posto del gin, a fare compagnia al Martini rosso e al bitter Campari. La versione originale era, e resta, roba da palati forti; l’invenzione del Basso aprì la strada del Negroni anche alla vasta platea dei meno intrepidi. E divenne famosa in tutto il mondo.










Umberto Veronesi, Milano si mette in fila per l’ultimo saluto al Professore

n centinaia alla camera ardente, molti ex pazienti. Deciso il lutto cittadino. Sala: "Lascia una traccia profondissima nella nostra città". Un maxischermo in piazza Scala per seguire i funerali civili La camera ardente ha aperto qualche minuto prima delle 11. Ma già dal primo mattino la fila per entrare nella sede del Comune di Milano era lunghissima. E’ qui, in Municipio, che avviene l’ultimo saluto al Professore. In sala Alessi, cuore di Palazzo Marino, "perché Veronesi lascia una traccia profondissima nella nostra città, era il minimo", spiega il sindaco Beppe Sala che ha deciso di istituire il lutto cittadino domani, giorno della commemorazione civile.


02/11/2016, 16:51

donazione , fondazione ieo, ieo , doanere



Fondazione-IEO


 Donazione mese Luglio e Agosto 2016





134679